Un mese da lettore. Settembre

Secondo appuntamento con il post dedicato alle letture. C’è già un piccolo cambiamento: avevo scritto che questo sarebbe stato l’ultimo del mese, invece oggi è il primo ottobre. Mi prendo la licenza, e ricordo una postilla e una regola.

Postilla – I libri li prendo in biblioteca (fisici e digitali), li compro (soprattutto ebook), li saccheggio dalla biblioteca di famiglia, li ascolto. 

Regola – non menziono il titolo dei libri che proprio non mi sono piaciuti.

Cominciamo:

Jonathan Eig, Muhammad Ali. La vita. La biografia de “Il più grande”, scritta davvero bene e con un’attenzione alle fonti che ha molto da insegnare agli storici. Leggerlo mi è molto servito per scrivere questo articolo, ma su quanto pubblico sul web al di fuori del blog primo o poi mi soffermerò con calma.

Cristiana Cassar Scalia, Sabbia nera. Un giallo il cui pregio non è tanto la trama, quanto il mondo costruitovi intorno.

Joe Lansdale, Una Cadillac rosso fuoco. Lansdale è, per me, il migliore. Come al solito ho divorato il libro, gran bella storia, non delle sue migliori, ma pure la sua media vale tantissimo.

Cristina Cassar Scalia, La logica della lampara. Audiolibro. Qui è la lettura a dare la marcia in più, complimenti davvero alla voce di Audible. Il terzo della serie ho deciso di ascoltarlo, non di leggerlo. Più interessante la trama, confermo l’apprezzamento per il mondo.

C’è poi un innominato, un libro di basket che solo per l’argomento sono riuscito a concludere. Inconsistente, scritto in toni enfatici, rimane (appunto) innominato.

Un altro romanzo l’ho interrotto, perché, pur scritto molto bene, non mi interessava continuare. Probabilmente perché faccio fatica con le storie che si sviluppano nell’interiorità dei protagonisti e nelle quali non succede nulla.

Mancano i saggi, in settembre. Questo perché ho letto articoli e libri a pezzi, un paio di libri interi sono talmente grossi che scivoleranno al (ai) mese(i) successivo (i). Qui scrivo infatti solo dei libri che ho terminato.

C’è poi una novità, a prendersi il meritato tempo dedicato alla lettura. Ho scoperto, con colpevole ritardo, che è possibile sottoscrivere un abbonamento a Marvel Unlimited. Ciò significa che sull’iPad si possono leggere migliaia (!) di fumetti Marvel, in inglese. Mi sono dedicato a Daredevil, che si conferma il mio preferito, e a Hawkeye, che va approfondito.

La palma di settembre la prende

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s